Wikipedia su Facebook? Possibile nuova funzionalità per il social network di Mark Zuckerberg

|

Nuova funzione in arrivo per Facebook? Il re dei social network non vuole di certo fermarsi, e nonostante le insidie al trono da parte del “fratello” Instagram, potrebbe essere in arrivo una funzionalità davvero interessante: i risultati di Wikipedia su Facebook, ampliando così lo spettro di ricerca del motore del social network.

La testata TechCrunch ha confermato i test, con alcuni screenshot postati via Twitter. Cosa significa tutto ciò?

Negli ultimi anni l’algoritmo di Facebook ci ha mostrato chiaramente come l’intenzione sia quella di far sì che gli utenti rimangano più tempo possibile all’interno della piattaforma. Ciò è visibile nel numero di views ricevute da link che rimandino a siti esterni, come video YouTube e articoli di siti dedicati al mondo delle news. Al contrario, i contenuti caricati direttamente su Facebook, come foto o video, continuano a godere di ottima salute…

Se quindi l’intenzione è quella di tenere gli utenti all’interno del social network, la possibilità di visualizzare le ricerche di Wikipedia non può che aiutare in tale direzione. Il motore di ricerca, infatti, donerebbe risultati molto più ampi, senza che l’utente abbia bisogno di lasciare l’applicazione. Un bel colpo anche nei confronti del motore di ricerca per eccellenza, Google.

facebook wikipedia
Immagini @TechCrunch.com

Proprio Google potrebbe aver fornito l’ispirazione per questa funzionalità: come avrete potuto notare, usando il motore di ricerca, spesso i risultati di Wikipedia vengono presentati direttamente a lato, con un box informativo. Non solo quindi in cima ai risultati delle ricerche, ma anche in una posizione privilegiata, così da consentire all’utente di consultare determinate informazioni nel modo più veloce possibile.

Facebook stessa non ha mancato di specificare come i test per ora siano accessibili da un ristretto numero di persone, e in realtà anche con un limite di dispositivi: sembra infatti che ne abbiano accesso utenti su mobile we, app iOS e desktop, escludendo quindi l’applicazione Android (ma non gli smartphone Android in sé per sé, poiché, nel caso di accesso al test, lo potrebbero fare attraverso mobile web).

facebook wikipedia
Immagini @TechCrunch.com

Tale funzionalità diventerà definitiva e sarà davvero una nuova feature per Facebook?

Piuttosto presto per dirlo. Molto spesso, in ambienti di questo tipo, abbiamo visto funzionalità venire sperimentate per poco tempo, per poi essere abbandonate per la loro inefficacia o per il loro scarso appeal sull’utenza. Basti pensare che l’anno scorso Instagram sembrava in procinto di introdurre un feed a scorrimento orizzontale, progetto poi caduto nel dimenticatoio.

Non stupirebbe quindi vedere sparire questa opzione legata ai risultati di Wikipedia.

E a proposito di Instagram: possibile che tale soluzione venga implementata anche sul social network fotografico?

Per ora possiamo solamente fare delle ipotesi, ma appare decisamente difficile. I risultati di Instagram sono infatti completamente diversi da quelli dati da Facebook, che invece effettua ricerche anche all’interno di post pubblici e simili, donando un range di risposte davvero elevato, e in cui Wikipedia finirebbe per essere una piacevole aggiunta.

Instagram, al contrario, porta ancora con sé una funzione prettamente estetica, dimostrata anche dall’impossibilità di inserire link attivi all’interno dei propri post, troncando così i legami con un mondo più testuale.

Non dimentichiamo, inoltre, che Instagram e Facebook per ora non sembrano destinati a competere, quanto a completarsi a vicenda: lo testimonia anche l’assenza di funzionalità in uno e presenti nell’altro, come ad esempio i gruppi, mentre sembra concreta la possibilità che le chat di Facebook, Instagram e Whatsapp vengano unite in un’unica piattaforma.

Tornando al social network blu, Wikipedia e Facebook finiranno per concludere questo matrimonio?

Presto per dirlo, ma i test per ora sembrano mostrare davvero una funzionalità efficace e interessante.

L’autore
Andrea Prosperi: Cresciuto a pane e social, è incuriosito da tutto ciò che accade in questo piccolo grande mondo.
https://www.instagram.com/socialmediasurfer/

Lascia un commento